Natüre morthE (m’oderne)

Khe khanagliA!

Jeri sera, la belWa col pennello in mano.

La nonna nota una macchiolina (leggi: frego si una ventina di centimetris) sul muro.

Ehiiiii…biNbettaaaaaa!!!!???

Ti nonna!

Chi è stato qui?

Il nonno!

Ah…andiamo a rimproverarlo!!

(puntando il dito) Guaj a te!

A quel punto interWengo io….Sicuri che è stato il nonno?? Non mi pare…

La giovIne gozzilla  lascia di chorsa la scena…

La sphogliA!!

25 deecheNbre p’assato tra mal di gaNba, mal di pancia e phebbre a 39. Inphatti il virusse hintestynale ha deciso di tornare a roNpere i collioni roWinandomi il n’atale (Cuello di Mitra, Hovvio!!). Jeri mattyna, coNplice un bel grammetto di tachpirina, staWo decisamente meglio, e già ero pronto a intimare alla Wecchia la solita
t’orta millefoglie che da seNpre (e dicho seNpre) si prepara per il mio coNpleanno.

Alle noWe schende la nonna…colpo di scIena! Sta male…il virusSE colpisce anchora.

Mi guarda: “Io sto male, non ce la faccio a fare la torta”

Io: “Oggi non te la fa nessuno…però chiamo lo stesso”

No, non ha risposto nessuno…Hevidentemente le pasticcerie il 26 Deechembre non laWorano.

Bene -dico alla vecchia- la torta la faccio io! Quali sono gl’ingredienti?? E…come si fa la sfoglia??

No…la sfoglia è complicata! non ti riesce. E poi farai un disastro. facciamo un’altra torta.

NO! LA FACCIO IO!

Arriva anche il vecchio…

Si! Tua madre ci ha messo anni per imparare e te, oggi, vuoi farla bene!

Mentre i due stronzi parlaWano, google-ando leggevo roba tipo:  preparazZione lunga, difficile, non riesce ecc…BENE! Allora ci deWo riuscire!

Poi la sWolta, trovo LUI:

Seguo pedisseCuamente il pasticere, poi l’illuminazione! Ma…questa roba è bicomponente! E grossomodo funSiona come la mappa di smale.

Mi gaso come un CIGNALE e decido…SI FARÀ!

E giù tutti a prendermi per il cHulo. A quel punto parte la sfida. Solo contro tutti (gatti coNpresi) mi armo di:

-Mattarello (per la vera massaja che non deWe chiedere mai!).

-Spianatoja (idem).

-Planetaria (per la massaja moderna&trendy).

-Hingredienti.

Dopo un p’omeriggio di laWoro (e ho capito perche la Wecchia non ha mai voglia di farla) eccho il risultato:

La Wecchia sta ancora crepando d’inWidia!

P.S.

Per la crema, conZiglio questa, seNpre del nostro:

WeewO!

Per Hora…Infatti allo styramento (che ancora duole, ma adesso caMino in modo Guasi normale) si è aggiunto un simpaticissimo virusSE intestinale, che oltre a portare il classico squaraus si è traschinato dietro anche nausee da manichomio!

Il tutto in un perïodo abbastança tranCuillo….tra riunioni pre-vachanze, feste al nido e studenti.

CAZZU!! (come direbbe la nonna reatina)

Ma riecchomi qua, sopravvissuto anche  alla riunione fiume (4 HORE) di jeri, e pronto alle strenne natalizZie. Eccho un’Ydea di reghali:

1) Per me: Come solyta tradizZione un bel catalogo d’arte, da troWare spulciando nei 50% delle librerie. Si troWa della roba incredibByle. L’anno scorZo ho troWato un catalogo di una mostra di Caffi e il paesaggio di metà ottocento. Poi credo che mi concederò un bel sygaro…roba tranCuilla…tipo un CHURCHILL!

2) Per la mamma: Boh…qualcosa troWo…quella non vuole mai un cazzo. (salvo poi lamentarsi). L’Hanno scorZo le ho regalato un orologio da muro…una cosetta discreta (diametro 60 centimetris).

3) La vecchia: Ma non gli basta Haver portato la biNbetta? Eccheccazzo!

4) La belWa assasssina (aka la biNbetta arrrabbiona): Qualsiasi cosa io prenda, rispetto alla mole faraonica di doni preparati dalla nonna, questa risulterà minimale. Anche qui….qualche cosa mi inWento…basta entrare in qualche negozZio…anche se propenderò per un libro di fiabe.

Ora mi caNbio e, zoppicando di buona lena, vado a rymediare i regaly di Cuesto santo natale.

Poi nel pomeriggio finiamo la lbero e il presepe.

StyramenthO

Sono riuscito, anche sença ferro, a stirarmi un polpaccio giuocando a tennis…seNplicemente saltellando.

Sto dOvenatndo Wecchio…e credo di dover smettere con:

1) Fare l’alleamento degli agonisti senSa aver pranzato.

2) Scaldarmi il meno possibile.

3) Fare finta che il teNpo non æsista.

Sono passati i teNpi di quando facevo il karate e, poco prima di tre ore di allenamento, mi fermavo da vinajo e mangiavo un panino con la porchetta (e fagioli) bevendoci dietro un miscelone rosso…

Intanto ora sono zoppo, e pure sotto antinphiammatorio…che palle!

D’ora in poi prometto che Wado a chorrere…

Yety (si, ma in herba)!

Altro che NescioanalgeograFIC!

Ecco un dochumento sensazZionale, giunto propIo Hora dalle chronache neWose della bassa Cerretese…

Occhio! È pericolosissssimo! Se lo incorciate assecondatelo, e, mi racchomando…non lo fate arrrrabbiare!

 

L’aneWE!

In Cuale paese una nevichata manda tutto in tilt??

In quanche dittatura centrafricana? No.

In qualche paesetto dissestato che finisce in -an? No.

In itaGlia, naturalmente.

InZomma…da venerdì sono bloccato a casa dei miej. Ha cominciato a nevichare forte nel pomeriggio di Wenerdì, in un’ora ha alzato venti centimetris e tutto, ma dico tutto, è andato in tilt.

A migliorare la presa per il cHulo il sito del comune, che segnalaWa i percorsi delle macchine spazzaneWe. Percorsi virtuali, forZe, perché non se n’è visto uno fino al giorno dopo (jeri). È passato, ha buttato due granelli di sale (DUE) e poi non si è più rivisto.

A dare una mano anche i numerosi cretini che, senSa mezzi adeguati, hanno invaso le strade e si sono prontamente intraversati.

Intanto, la SI-FI è rimasta chiusa per ore, nella disinformazione e nel caos più toale.

Può questo meravigliare? No, non può, non deve!

Assumiamo dirigenti incapaci che spesso sono trombati della politica o figli o mogli o amanti.

No, non possiamo lamentarci se abbiamo 1000 funzionari e uno spazzaneWe, pure sença sale.