Ryt’ornhO!

Eccoci rientraty a siena. La gyta è andata molto bene, e anche il Weeaggio di rytorno è filato abbastanzha liscio, escludendo l’ultimo tratto dove, per plachare la jena, abbiamo dovuto sacrificare tre minicornetti (“pitta” in gergo).

È andata grosso modo così:

Si sveglia all’improWWiso e comincia a piangere. InconZolabBYle.

BiNba, vuoi l’orso? NOOOOOOO.

L’acqua? NOOOOOOOOOOO.

Il ciuccio? NOOOOOOOOOOOOOOOO.

Pitta? Ti!

(e ti pareWa?)

P.S.

Per la chronoca, arrivata a chasa ha fatto fuori un succo di frutta e un bel po’ di ciliegie (intere…).