Avevano vent’anni…

« Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un Italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì è nata la nostra costituzione. »

(Piero Calamandrei, Discorso ai giovani sulla Costituzione nata dalla Resistenza. Milano, 26 gennaio 1955, Fonte Wikipedia)

Il 25 aprile si festeggia la rinascita dell’Italia e la fine della dittatura fascista prima, nazifascista poi.

Questo post è  dedicato a tutti quelli che:

1) Ma i ragazzi di Salò alla fine combattevano per i loro ideali.

2) Partigiani infami.

3) I partigiani “rossi” non sono liberatori.

4) Mussolini grande statista.

5) Fanno saluti romani e sbandierano croci celtiche.

6) Attaccano manifesti a Roma.

e di molto altro ancora.

L’otto settembre del ’43 l’Italia si spacca i due. In modo chiaro, netto, inequivocabile. Con loro o contro di loro. Loro sono i fascisti, quelli delle squadracce, di Gramsci, Amendola, Salvemini, Matteotti (e troppi altri), delle leggi razziali, della guerra. E sono i nazisti, quelli dei Lager.

Molti degli altri avevano vent’anni. Hanno preso il mitra. Hanno combattuto.

Molti degli altri sono morti. In battaglia oppure torturati e fucilati.

Avevano vent’anni. E sapevano da che parte stare. E sono morti.

Per darci un’Italia migliore, un’Italia senza fascismi e senza dittature.

Sono morti per noi. E PER VOI.

Cercate di meritarvelo.

CANI!

P.S.

Questo 25 aprile lo dedico alla memoria del marinaio e partigiano Mario Panfili, I5PAE. Sopravvissuto a molte missioni oltre le linee nemiche e decorato al Valore Militare.

12 Risposte

  1. mi emoziono sempre con questi discorsi..
    ieri sera ho beccato in tv la testimonianza di un vecchietto, deportato scampato alla morte: ogni tanto interrompeva il racconto per asciugarsi gli occhi e si scusava di questo.. poi ha detto: “Chi pensa di negare l’ olocausto venisse a parlare con me..”
    GRAZIEE..

  2. un ripasso di storia, purtroppo oggi possiamo dire che sono in molti a non conoscere, soprattutto tra i giovani
    trovo invece giusto che quello che sono stati i passi per arrivare ad oggi vengano ricordati
    grazie di questo.

  3. anche io mi emoziono sempre quando leggo post cosi’ pieni di belle parole, sentimenti sinceri, idee in cui mi riconosco.

    magari fossero CANI, sarebbero qualcosa di nobile.

  4. @stella: il problema è che chi nega l’olocausto non ha vissuto in quel periodo…mentre i testimoni stanno sparendo. Con loro la memoria…evidentemente non bastano i filmati, le fotografie e le testimonianze degli scampati.

    @irish: la storia è passata di moda…ti aggiungi al gruppo degli stalinisti facinorosi?

    @vale: Sul cani c’ho pensato parecchio…alla fine l’ho lasciato.

  5. La storia di I5PAE non la conoscevo…
    Dove posso trovare più info?

    —Alex

  6. Gran bel post.
    Dobbiamo ri-piantare il seme, e’ lunica soluzione. La prima volta che sentii parlare di camere a gas e di docce con l’ olio bollente, e di ebrei e di campi di concetramento avevo credo 9 anni. Ringrazio la mia maestra. Non molto tempo dopo lessi il diario di Anna Frank.
    Se ripiantiamo quel seme non la spunteranno.

  7. Angelina purtroppo è impossibile piantare il seme sulle rocce. Anche io ringrazio molto la mia maestra delle elementari che ci spiegò i valori della resistenza, dell’antifascismo e di tutti gli annessi e connessi (tra l’altro la sua famiglia in Piemonte dava asilo a partigiani ed avanguardie alleate che facevano la spola tra la Francia e l’Italia).

    Mi ha sconvolto un’intervista ad alcuni ragazzi trasmessa ieri dove praticamente tutti ignoravano il significato del 25 aprile.

    —Alex

  8. Il “PAE” ha insegnato la telegrafia a svariate generazioni di radiomatori, me compreso…Forse quest’anno proporanno a me di farlo…sono il solo telegrafista rimasto a Siena…se me lo chiedono lo faccio…vergognandomi. Non sono degno di prendere il posto di mario…sia tecnicamente sia personalmente…

    Ricordo i racconti delle sue missioni… Lavorava per l’OSS, faceva parte di una squadra di tre/quattro persone…erano rapidi…posizione, trasmissione crittata (usava un cano della divina commedia) e poi via…prima della triangolazione….Una volta rimase nascosto in un granajo per un mese…in cecoslovacchia!

    Ci raccontava anche che da quelle missioni un pajo di volte tornò solo.

    @angelina: si…va ripiantato il seme…bisogna ripartire dalle nuove generazioni…sono quelle che non gli daranno scampo…e sono quelle che per prime stanno distruggendo.

    @Alex: non essere troppo pessimista…un amico mi disse…abbiamo appeso un pelato…ne appenderemo un’altro. So che vedrò quel giorno.

  9. Angelo, son passati quei tempi, adesso (purtroppo o per fortuna) non si appende più nessuno.

    Tu non ti senti degno ma se ti metterai ad insegnare la telegrafia appresa da lui non potrai che fargli onore. Altro che vergogna!
    Purtroppo i grafisti son sempre meno. Da noi ne abbiamo alcuni veramente bravi ma con poca pazienza e propensione all’insegnamento.
    Io però son veramente negato, l’insegnante bravo è ormai un SK e con me ha trovato un bel tronco (ed infatti il mio Bencher è pieno di polvere).

    —73 de Alex

  10. A proposito, oggi è il 218esimo anniversario della nascita di Samuel Morse:

    di dah di di dah dah dah di di di dah di dah di di di !

    —Alex

    di di di dah di dah

  11. PS = qui sopra non si capisce un tubo, il wordpress di kataweb non ha un carattere monospace!

    Ripeto:
    di-dah di-di-dah dah-dah-di di-di-dah di-dah-di di-di !

    —Alex

    di-di-di dah-di-dah

  12. Ora ci scrivo un post…aspetta e vedi…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: